Home » Ambiente » La tavola periodica cambia volto

La tavola periodica cambia volto

tavola periodicaQuattro nuovi elementi nella tavola periodica di Mendeleev. Sono i numeri atomici 113, 115, 117 e 118 rispettivamente ununtrio (Uut), ununpentio (Uup), ununseptio (Uus) e ununoctio (Uuo). Nomi piuttosto insoliti che potrebbero cambiare a discrezione dei team di ricerca che li hanno scoperti. Non abbiate timore, quindi, studenti che dovrete imparare questi nomi, potrebbero essere più facili da ricordare. Questi quattro nuovi elementi sono dei metalli sintetici difficilissimi da trovare sul nostro pianeta che vengono rilevati solo per brevi attimi durante il decadimento di altri elementi.

La paternità delle quattro scoperte è da attribuirsi per il numero 113 (ununtrio) ad un gruppo di scienziati giapponesi del Riken Nishina Center for Accelerator-Based Science, mentre per il 115 (ununpentio) il 117 (ununseptio) e il 118 (ununoctio) al lavoro dei ricercatori del Joint Institute for Nuclear Research a Dubna, in Russia, del Lawrence Livermore National Laboratory in California e l’Oak Ridge National Laboratory di Oak Ridge, nel Tennessee.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

4 Responses to "La tavola periodica cambia volto"

  1. a proposito della terra dei fuochi, perché nessun giornalista e tanto meno politici locali ci informano da dove vengono quei rifiuti tossici, che certamente non sono prodotti in Campania?
    Probabilmente i giornalisti hanno le mani legate poiché servi del padrone certamente non meridionale, e i politici hanno le mani infangate per aver ricevuto benefici.
    sarebbe opportuno che si scoprisse da dover vengono quei rifiuti e i produttori che li hanno inviati con la connivenza di tutti pagassero le spese e fossero anche condannati per le loro malefatte.
    Ricordate che quei rifiuti non erano in un pacchettino di sigarette, ma erano TIR interi, anch’essi sotterrati, possibile che nessuno abbia mai visto niente?

  2. Se i metalli sono sintetici, non sono naturali e quindi non dovrebbero trovare posto nella tavola. Se hanno trovato posto non sono sintetici.
    Controllate e verificate quanto scrivete: le parole hanno tutte un significato preciso!

  3. Cortese Pietro, se legge meglio (fino al punto x intenderci), si deduce che sono elementi naturali a breve vita, ottenuti x decadimento di altri elementi. Concordo sul “sintetici” perché aggiuntivo, ma improprio x il prosieguo della frase. 🙂

  4. bISOGNEREBBE CHIEDERE ALL’ESTENSORE SE HA USATO IL QUALIFICATIVO “SINTETICI” A RAGION VEDUTA, QUANDO PARLA DI METALLI OTTENUTI PER DEGRADAZIONE DI ALTRI ELEMENTI

Lascia un commento

*