Home » i-Tech » Internet: il 23% degli italiani lo usa per la salute

Internet: il 23% degli italiani lo usa per la salute

Il 23% della popolazione italiana usa la rete per informarsi sui servizi sanitari. Il dato proviene da un’indagine condotta su 1.000 cittadini italiani nell’ambito del Progetto “I bisogni informativi dei cittadini: verso il portale della trasparenza dei servizi per la salute”, elaborata dall’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas) in collaborazione con la Fondazione Censis.

Cosa si cerca su Internet
Per quel che riguarda i contenuti dell’informazione sanitaria, i temi maggiormente seguiti dai cittadini sono i tempi di attesa, le modalità di prenotazione, la qualità delle prestazioni offerte, i costi, i programmi di screening. La ricerca ha rivelato, inoltre, che i Medici di famiglia restano ancora la figura di riferimento principale per reperire informazioni sulla salute e sull’accesso al Servizio sanitario nazionale, seguiti dai Medici Specialisti. Mentre il 23% dei cittadini utilizza internet per ottenere informazioni.

Il Portale della Trasparenza
“Internet è una fonte informativa in continua crescita e che, se non guidata correttamente, nasconde insidie che possono rivelarsi dannose”, dichiara Francesco Bevere, direttore generale dell’Agenas. “Ecco perché – aggiunge – il Portale della Trasparenza dei servizi per la salute, che vede Agenas come soggetto attuatore e il Veneto Regione Capofila, si rivelerà uno strumento di avvicinamento del Servizio sanitario nazionale ai bisogni informativi sanitari dei cittadini”.

Il Portale, prosegue Luca Coletto, presidente Agenas, “che saà completamente operativo nel 2018” è “un sito informativo istituzionale a disposizione delle regioni, per assicurare una risposta immediata alla richiesta dei cittadini di una sanità trasparente e raggiungibile direttamente da casa. Consentirà di accedere agevolmente anche alle informazioni relative alle performance delle aziende sanitarie di tutta Italia”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*