Home » Ambiente » Il ruolo dei nonni nella nutrizione familiare

Il ruolo dei nonni nella nutrizione familiare

Nonni

Chiunque abbia mai amato un nonno o una nonna conosce il ruolo  educativo che i nonni stessi possono svolgere. Uno studio condotto sugli indigeni dell’Amazzonia, che sopravvivono grazie al cibo che cacciano, raccolgono o coltivano, ha quantificato il beneficio di questo ruolo: i risultati dimostrano che i nonni possano contribuire con un ammontare di calorie biologicamente significativo nelle loro famiglie estese.

Questo risultato supporta la teoria secondo cui i nonni sono la chiave per la nostra infanzia relativamente prolungata e per la lunga durata della nostra vita. I loro sforzi sono verosimilmente stati alla base della società umana per centinaia di migliaia di anni. Relativamente ad altri primati e mammiferi, gli esseri umani maturano più tardivamente e vivono di più, il che include molti anni nell’età post-riproduttiva. Le teorie evoluzionistiche hanno proposto che il trasferimento di risorse intergenerazionali sostenga queste caratteristiche distintive della storia della vita umana.

Questo nuovo studio è stato il primo a congiungere pienamente la produzione di risorse nell’arco della vita ad una teoria della forma fisica omnicomprensiva, ed a testare il modello unificato in un’analisi empirica. I dati raccolti forniscono un chiaro quadro del modo in cui la storia della vita della nostra specie sia supportata da un’elevato surplus di produzione di cibo nell’età anziana e dalla ridistribuzione di questo surplus ai più giovani. Al di là della dimostrazione del fatto che le risorse di cibo scorrano dai più anziani ai più giovani, gli scienziati sono stati in grado di prevedere quanto ciascuno avrebbe dato a ciascun altro, sulla base della produttività relativa e di quanto fosse stretta la relazione intercorrente. (Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences, 2015; 282: 20142808)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*