Demenza: uso regolare di protettori gastrici ne aumenta il rischio

farmaci-pilloleGli ‘inibitori di pompa protonica’ – meglio noti come protettori gastrici, una classe di farmaci tra le più prescritte al mondo – secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Jama Neurology e diretta da Britta Haenisch del Centro Tedesco per le Malattie Neurodegenerative a Bonn sono risultati essere associati ad un maggiore rischio di demenza.

Lo studio
Il campione iniziale era composto da 218.493 individui di 75 anni o più, ma l’analisi finale è stata ristretta a 73.679 individui. Gli autori hanno esaminato le prescrizioni mediche di inibitori di pompa protonica per un periodo di 18 mesi e visto che nel corso del periodo di osservazione a 29.510 individui è stata diagnosticata una qualche forma di demenza. Confrontando i dati sulle prescrizioni con le diagnosi di demenza, gli autori hanno stimato che assumendo regolarmente gli inibitori di pompa il rischio di ammalarsi di demenza aumenta quasi del 50%.

Per quanto questo studio, da solo, non sia sufficiente a stabilire l’esistenza di un nesso di causa-effetto tra assunzione di questi farmaci e rischio demenza, secondo gli autori è importante svolgere al più presto un ampio studio clinico randomizzato per accertarsi che vi sia effettivamente un nesso causale e, se questo è il caso, modificare le raccomandazioni prescrittive dell’uso di questi farmaci.

Post correlati

Lascia un commento

*