Home » Medicina » Bambini: i corticoisteroidi riducono gli episodi di sibili respiratori

Bambini: i corticoisteroidi riducono gli episodi di sibili respiratori

bambini respiro(Reuters Health) – I corticosteroidi riducono le riacutizzazioni nei bambini in età pre-scolare che soffrono di episodi ricorrenti di sibilo respiratorio. A dirlo i risultati di una meta-analisi pubblicati sulla rivista Pediatrics scondo la quale la somministrazione di corticosteroidi riduce il wheezing ricorrente, ossia il sibilo molto frequente nei piccoli.

«Speriamo di far capire ai medici che gli steroidi inalati sono farmaci molto efficaci nel prevenire gravi episodi respiratori in questa fascia pediatrica – dichiara il dottor Sunitha V. Kaiser che lavora all’Univerisity of California  di San Francisco. Le terapia steroidee per via inalatoria quotidiana prevengono gravi riacutizzazioni nei bambini con asma e anche in quelli con grave dispnea per i quali possono rappresentare la prevenzione ottimale.

Lo studio
Il team del dottor Kaiser ha valutato gli effetti dei corticosteroidi per via inalatoria quotidiana intermittente per prevenire gravi esacerbazioni nei piccoli di in età pre-scolare (ICS) che erano stati considerati i 22 studi. Le evidenze hanno mostrato una riduzione significativa dei tassi di esacerbazione con ICS giornaliera (12,9% vs 24,0% con placebo) e con iCS intermittente (24,8% vs 41% con placebo). «La nostra scoperta più interessante è stata la robustezza delle prove a sostegno della terapia steroidea inalatoria intermittente – dice il dottor Kaiser – più frequentemente in questa fascia d’età i bambini hanno il respiro sibilante a causa del raffreddore. In questi bambini è molto efficace dare steroidi per via inalatoria solo durante la malattia per prevenire gravi episodi di dispnea. Ma questa modalità di somministrazione degli steroidi, in generale riduce l’esposizione a questi farmaci, è più economica e più facile per le famiglie».

Per i bambini con sintomi persistenti gli steroidi per via inalatoria quotidiana restano lo standard di trattamento; per i piccoli che hanno affanno solo durante le infezioni virali delle vie respiratorie superiori, la terapia steroide intermittente dovrebbe essere presa in seria considerazione. In ogni caso i sintomi e la crescita del bambino devono essere tenuti sotto stretto monitoraggio e valutati con attenzione.

Il dottor Avraham Beigelman della Washington University School of Medicine di St. Louis nel Missouri, che ha pubblicato diversi articoli sul sibilo e il suo trattamento, commenta: «questa meta-analisi stabilisce il ruolo cardine della ICS nel trattamento al fine di prevenire le esacerbazioni acute tra i bimbi in età pre-scolare affetti da asma. Lo studio ha rilevato che le ICS sono terapie efficaci per prevenire le complicazioni in due gruppi di bambini: quelli con asma persistente (frequenti sintomi respiratori/ cronicità) e quelli con malattia episodica (respiro sibilante episodico innescato di solito da infezioni virali respiratorie)».

Fonte: Pediatrics

Will Boggs MD

(Versione italian Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*