Home » Ambiente » Arriva il packaging anti-spreco che prolunga la data di scadenza

Arriva il packaging anti-spreco che prolunga la data di scadenza

Olii essenziali naturali ad azione antimicrobica nei cartoni che contengono la frutta. E’ questo l’ingrediente segreto dei nuovi packaging anti-spreco nel comparto ortofrutta che permettono di prolungare la shelf life (data di scadenza) della frutta. A brevettare i nuovi imballaggi, in collaborazione con l’ateneo di Bologna, è il consorzio dei produttori di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta Bestack che ha avviato a fine 2017 una collaborazione con Sant’Orsola per verificare l’efficacia degli imballaggi attivi sui piccoli frutti e in particolare sui lamponi Sant’Orsola e sulle ciliegie Orchidea Frutta.

I test sul packaging anti-spreco denominato “Attivo” sono stati condotti dal Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-alimentari (Distal) dell’Università di Bologna e in entrambi i casi – si spiega in una nota – è stata analizzata la percezione del consumatore e l’impatto sui comportamenti di acquisto e sulle dinamiche commerciali.

Nel particolare i test con i lamponi, svolti da aprile a maggio 2018 con il coinvolgimento di 30 persone per una valutazione sul prodotto a due e a quattro giorni dal confezionamento, ha dimostrato che quelli confezionati nell’imballaggio “Attivo”, rispetto a quelli nell’imballaggio in cartone tradizionale, risultano più freschi (maturati del 10-11% in meno dopo quattro giorni dal confezionamento) e hanno in generale un aspetto migliore (+12,3% dopo quattro giorni).

Risultato analogo anche per le ciliegie con uno scarto che si riduce del 10,5%. Sui benefici del packaging il direttore di Bestack Claudio Dall’Agata osserva che “gli antimicrobici naturali contenuti nel cartone “Attivo” consentono di aumentare la sicurezza alimentare e di rallentare i processi di maturazione e senescenza di lamponi e ciliegie, dando al prodotto una shelf life superiore di oltre un giorno e di allungare la loro vita di scaffale”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*