215 – Levi (GSK): “Creare costumer journey ottimizzati per veicolare i giusti messaggi nel modo più efficiente ed efficace possibile”

Aurora Levi
Aurora Levi

Un progetto volto a supportare il clinico nell’identificare i pazienti che potrebbero beneficiare di determinate vaccinazioni. È “VaxEdu” e a realizzarlo è GSK e noi ne abbiamo parlato con Aurora Levi, Brand Manager mente del progetto insieme con Fabio Cattelan, Brand Manager. Membri del team anche Valentina Giordani, Marketing Support, Irene Russo, Marketing Support, Elisa Torin, Jr. Brand Manager e Luca Passilongo, Digital Customer Experience Lead

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
L’idea di realizzare il progetto di educazione digitale “VaxEdu” nasce come risposta al bisogno informativo in ambito vaccinale evidenziatosi tra i clinici. Lo scopo dell’iniziativa è di far fronte a questo gap attraverso la creazione di uno “spazio digitale” settimanale, proattivo e accessibile per l’operatore sanitario, unitamente alla possibilità di richiedere maggiori informazioni attraverso un incontro da remoto con il personale specializzato in vaccini GSK. Il giovedì diventa così un appuntamento fisso di aggiornamento sulla prevenzione vaccinale del paziente adulto, al fine di agevolare e supportare un approccio a 360° che non si limita al trattamento del paziente ma anche alla tutela della sua salute e qualità di vita tramite la prevenzione vaccinale. Questo è specialmente importante a seguito del calo delle coperture vaccinali dovuto alla pandemia da Covid-19.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Il progetto si rivolge a MMG e specialisti (Igienista, Infettivologo, Diabetologo, Pneumologo, Geriatra, Reumatologo, Oncologo, Ematologo, Ginecologo, Gastroenterologo): coloro che rivestono un ruolo fondamentale nella raccomandazione di diverse vaccinazioni.

Potrebbe descriverlo brevemente?
Con questo progetto GSK intende supportare il clinico nell’identificare i pazienti che potrebbero beneficiare di determinate vaccinazioni. Il progetto prevede l’invio di comunicazioni digitali tramite la modalità Direct Email Marketing contenenti la call to action di “richiesta di incontro da remoto”. ​Il piano editoriale ha l’obiettivo di promuovere il valore della vaccinazione nel soggetto adulto e negli adulti a rischio con un focus su:​ vaccinazione anti Herpes Zoster​, vaccinazione anti meningococcica, vaccinazione anti dTpa. All’interno del progetto vengono anche fornite informazioni specifiche sul Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale; raccomandazioni regionali, linee guida da parte di Società Scientifiche, segnalazioni di eventi come Congressi, FaD o Eventi ECM.

Che risultati avete o volete raggiungere?
Il progetto si poneva l’obiettivo di raggiungere il maggior numero di clinici in target, monitorato attraverso il dato di Open Rate (tasso di apertura delle email), e di stimolare l’interesse del clinico riguardo la prevenzione vaccinale, creando contenuti ingaggianti che veicolassero il valore del servizio che si compone dall’informazione via email e dalla possibilità di approfondimento con incontro da remoto con l’informatore scientifico. In totale sono stati raggiunti dai mailing “VaxEdu” più di 65.000 medici, con un Open Rate medio del 21% e un Click to Open Rate medio dell’11%. L’interesse per la totalità dei target si è mantenuto alto durante tutto il corso dell’anno, a conferma del grande valore dell’attività.

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Durante l’anno 2022, il progetto è ripartito con nuovi obiettivi ancora più ambiziosi e con un approccio totalmente rinnovato. Quest’anno è stata, infatti, massimizzata la collaborazione cross-brand attraverso un piano editoriale completamente trasversale basato su un approccio patient-centric con messaggi focalizzati sulle vaccinazioni raccomandate per diverse categorie di pazienti a rischio. Questo permetterà una maggiore concentrazione sugli interessi specifici del clinico in target, dandoci l’opportunità di creare un piano incentrato sulla tailored-communication, migliorando quindi la rilevanza dell’engagement verso i clinici.

Qual è l’aspetto principale del Multi Target & Multichannel che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
L’aspetto principale sarà la creazione di un’offerta informativa customizzata sulla base della domanda, delle necessità e delle preferenze in termini di canali, argomenti, modalità comunicazione e tipologia di contenuti dei diversi target. Creare costumer journeys ottimizzati, che possano generare maggiore interesse e risolvere i bisogni specifici del clinico ci permetterà di veicolare i giusti messaggi nel modo più efficiente ed efficace possibile, arrivando ad ogni clinico nel momento giusto, nel modo giusto e con il contenuto giusto, per valorizzare al meglio i nostri servizi.



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Popular Science Italia © 2022