197 – Battocchio (Gedeon Richter): “È necessario rompere gli schemi e osare”

Evento di lancio virtuale contraccettivo orale

Anna Battocchio
Anna Battocchio

Un evento di lancio di un contraccettivo orale che fosse innovativo in tempi di pandemia. A realizzarlo è stata Gedeon Richter Italia e noi ne abbiamo parlato con Anna Battocchio, Brand Manager. Hanno collaborato al progetto Rossella Fiore, MSL, e Roberta Resta, Marketing & Communication Specialist

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
Gedeon Richter riceve l’autorizzazione all’immissione in commercio in Europa a maggio 2021 e nel novembre 2021 lancia sul mercato italiano un innovativo contraccettivo orale combinato contenente 3 mg di drospirenone e 14,2 mg di estetrolo. L’estetrolo è un estrogeno umano considerato il primo NEST, estrogeno endogeno con attività selettiva sui tessuti. Ha una lunga emivita, elevata biodisponibilità e un basso impatto sul fegato e sul sistema emostatico. Un prodotto così rivoluzionario doveva essere accompagnato da un altrettanto rivoluzionario evento di lancio. Considerando anche la contingenza della pandemia e i chiari segnali di quanto il mondo digitale diventasse importante, abbiamo voluto presentare il farmaco con una modalità del tutto nuova: un evento di lancio virtuale che grazie ai suoi effetti speciali riuscisse a catturare l’attenzione del medico e a farlo sentire interamente immerso nell’evento, parte di questa rivoluzione.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Il progetto si rivolge ai ginecologi italiani, circa 7.500 medici, con attenzione particolare verso ginecologi ad alto potenziale per la contraccezione con l’obiettivo di dare loro in tempi brevissimi un aggiornamento utile per la loro pratica clinica.

Potrebbe descriverlo brevemente?
L’evento Virtuale di Lancio si è tenuto il 16 Ottobre. Abbiamo iniziato a coinvolgere i medici da metà luglio, veicolando l’idea di evoluzione e rivoluzione che lo ha poi contraddistinto. La location è stata molto suggestiva, uno spazio virtuale dove giornalisti e KOL erano immersi; la sales force, presente all’evento, veniva inquadrata a più riprese. Essere tutti connessi contemporaneamente e riconoscere il proprio informatore scientifico di riferimento durante l’evento ha creato nel medico un senso di familiarità e nell’informatore un aumentato coinvolgimento. Fra gli strumenti utilizzati ricordo l’App Re4volution, mezzo utile prima, durante e dopo l’evento. Fino a poco prima del lancio, attraverso essa, l’utente poteva consultare il programma del corso e recepire alcuni aggiornamenti. Erano stati infatti caricati i risultati della ricerca di mercato sul mondo della contraccezione svolta nel semestre precedente al lancio. Durante l’evento, l’App veicolava le domande rivolte ai KOL e aveva una funzione importante nel mantenere alta l’attenzione: venivano infatti lanciati quiz a risposta multipla. Dopo l’evento, è stata utile per raccogliere le domande a cui la faculty ha risposto a posteriori. Il documento prodotto è stato inviato ai partecipanti a posteriori come approfondimento ulteriore. Per aumentare il fattore innovazione, abbiamo abilitato l’accesso ad alcuni contenuti che i discenti potevano esplorare tramite visori per realtà virtuale. Grazie ai visori il discente poteva immergersi nella realtà virtuale a 360° e provare un’esperienza nuova. I contenuti erano diversi: dalle caratteristiche distintive dell’estetrolo, attraverso dei video che entrassero nel vivo della molecola, ad un viaggio che esplorava l’evoluzione della contraccezione parallelamente all’evoluzione delle donne, due percorsi che si incrociavano ai nostri giorni dove il contraccettivo moderno incontra la donna di oggi. Abbiamo inoltre presentato tutti i risultati degli studi di sviluppo clinico del contraccettivo che rappresenta ad oggi una vera rivoluzione nella contraccezione.

Che risultati avete o volete raggiungere?
I nostri obiettivi per il progetto erano 3:

  1. raggiungere velocemente il maggior numero di ginecologi
  2. Avere una diffusione capillare e uniforme dei messaggi chiave
  3. Far percepire le attività legate al farmaco rivoluzionarie e innovative, come il brand a cui sono legate

Il raggiungimento di tutti questi obiettivi si è tradotto con un trend di crescita molto veloce

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Più di tutto è necessario rompere gli schemi e osare un po’, mai avremmo pensato di poter lanciare un prodotto con un evento virtuale. In secondo luogo, va ascoltato il cliente, va capito cosa sia di valore per lui e tradotta l’esigenza in azione.

Come si evolveranno in futuro gli Stand Alone e gli eventi non ECM?
Il mondo digitale e il mondo fisico andranno sempre più di pari passo: il digitale offre comodità, garantisce numeriche più alte e costi più contenuti ma non il networking tanto caro agli eventi in presenza. Bisogna quindi trovare nuove formule che riescano sempre più a trarre il meglio dai due mondi.

 



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Popular Science Italia © 2022