178 – Benfenati (Alfasigma): “Investire nella ricerca e nell’innovazione in ambito farmaceutico significa investire nella salute delle persone”

Barbara Benfenati
Barbara Benfenati

“Labio 4.0” è il nuovo stabilimento di Alfasigma intitolato al fondatore dell’azienda, Marino Golinelli, interamente dedicato all’area Ricerca&Sviluppo. Abbiamo parlato di quest’opera con Barbara Benfenati Corporate Communication & Media Relations

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
“Labio 4.0” nasce da un investimento di Alfasigma di oltre 17 milioni di euro per la messa a punto di 5.600 m2 di nuovi laboratori dedicati alla tecnologia farmaceutica e alla chimica analitica. L’azienda ha confermato così il suo impegno sulla Ricerca e Sviluppo. “Labio 4.0” è stato intitolato al Fondatore, Marino Golinelli, durante il suo centesimo compleanno, ottobre 2020, dal figlio Stefano Golinelli Presidente di Alfasigma, inserendosi in una più ampia strategia aziendale di investimento progressivo in ricerca e sviluppo, che permette all’azienda, una delle prime cinque aziende farmaceutiche a capitale italiano, di distinguersi sia a livello nazionale che internazionale per innovazione e sviluppo tecnologico.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Alfasigma ha iniziato di recente l’aggiornamento della pipeline di ricerca per nuovi prodotti, sia massimizzando il know-how interno nell’area gastroenterologica sia previlegiando partnership selezionate per gli aspetti innovativi e di frontiera, con un forte interesse nell’area delle malattie rare gastroenteriche e neurologiche. L’evento è stata una opportunità di riposizionamento dell’immagine e della reputazione dell’azienda, in particolare sulla dimensione dell’innovazione e della ricerca, con il coinvolgimento di giovani ricercatori, giornalisti, istituzioni, opinion leader, associazioni pazienti, dipendenti e manager di altre industrie farmaceutiche.

Potrebbe descriverlo brevemente?
Il giorno precedente all’inaugurazione del “Labio 4.0” Marino Golinelli, si è svolta la “maratona” dedicata alla Ricerca e Sviluppo con il seguente programma:
– Talk show all’interno dell’Auditorium della sede Alfasigma di Pomezia
– Presentazione dei tre progetti finalisti dell’Alfathon, hackathon full digital organizzato da Alfasigma, da parte dei team partecipanti che si è conclusa con la premiazione del gruppo di lavoro spagnolo per la proposta innovativa Situgel.
– Presentazione dei progetti finalisti del rispettivo hackaton interno #OurAlfathon.
L’evento è stato raccontato tramite i social media aziendali (esterni, interni) e il comunicato stampa è stato lanciato il giorno successivo in occasione dell’inaugurazione. Quest’ultima è stata suddivisa in tre sessioni:
1. Welcome, AddressSpeech, talk show innovazione con presentazione del “Labio 4.0”, discorsi istituzionali
2. Taglio del Nastro, benedizione, svelamento targa, visita istituzionale, interviste e riprese video
3. Visite guidate all’interno del “Labio 4.0” Marino Golinelli con istituzioni, giornalisti e opinion leader.

Che risultati avete o volete raggiungere?
Nei primi due giorni abbiamo avuto oltre 100 visite nelle aree del “Labio 4.0” Marino Golinelli, per poter vedere dal vivo i laboratori, l’impianto pilota e le strumentazioni del centro R&D. Tra i visitatori: rappresentanti istituzionali, rappresentanti di società scientifiche, sindacati, medici e associazioni pazienti di riferimento. Numerosi giornalisti del settore salute e troupe televisive locali hanno visitato, filmato e successivamente raccontato il centro. Di conseguenza la copertura mediatica è stata di oltre 460 articoli a seguito dell’evento per un valore complessivo di quasi 250.000 euro.

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Investire nella ricerca e nell’innovazione in ambito farmaceutico significa investire nella salute delle persone. Impegno che l’azienda continua a portare avanti giorno per giorno con progetti indirizzati all’innovazione in ambito chimico-farmaceutico e all’efficientamento energetico dei suoi impianti e stabilimenti. Per rispondere alle sfide del settore sanitario nei prossimi decenni, infatti, si dovranno sfruttare le opportunità della medicina di precisione, massimizzando le competenze esistenti e collaborando con diverse organizzazioni partner per esplorare ulteriori opportunità attraverso big data, nuove tecnologie e progetti di coinvolgimento dei pazienti. L’inaugurazione del “Labio 4.0” Marino Golinelli è stata l’occasione per ribadire gli ambiziosi obiettivi di Alfasigma nella ricerca e per costruire o consolidare le relazioni essenziali per raggiungerli.

Qual è l’aspetto principale del Corporate Social Responsibility che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
Quando si parla di innovazione nella ricerca farmaceutica è difficile scindere tra l’aspetto economico, sociale o ambientale della sostenibilità. Riqualificare un impianto esistente per efficientarlo a livello energetico e implementare strumentazioni all’avanguardia non solo è un’attività di CSR indirizzata alla salvaguardia ambientale, ma permettere di rimanere competitivi sul mercato e di creare soluzioni nuove per la cura delle persone offrendo anche possibilità di impiego sul territorio. Alla base del concetto di sostenibilità (della sostenibilità ambientale ed economica), come cita l’Agenda 2030, c’è la necessità di lasciare alle generazioni future la stessa quantità di risorse di cui hanno avuto disponibilità le generazioni precedenti, garantendo un adeguato tenore di vita e di possibilità. Inaugurare un impianto con nuovi laboratori dedicati alla tecnologia farmaceutica e alla chimica analitica va proprio in quella direzione. L’obiettivo, però, è non fermarsi e continuare a porsi obiettivi sfidanti in linea con le possibilità offerte dal settore. Per, come diceva sempre il nostro fondatore Marino Golinelli, “restituire alla società la fortuna ricevuta”.



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Popular Science Italia © 2022