093 – Sposi (Eli Lilly): “Il digitale deve essere quel valore aggiunto che riesce a supportare comunicazione e informazione scientifica e scambio tra medici stessi”

Real Life Lab

Valerio Sposi
Valerio Sposi

Creare informazione nel mondo dei reumatologi tramite un progetto basato sulla real life per consolidare il trattamento dell’artrite reumatoide con baricitinib. È “Real Life Lab”, progetto realizzato da Eli Lilly Italia di cui abbiamo parlato con Valerio Sposi, Multichannel Engagement Manager. Parte del team anche Laura Vallauri, Promot. Scientific Services, Valentina Rotellini, Rheuma Medical Affair Professional e Alfredo Salerno Rheumatology Brand Leader

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
Alla luce dell’arrivo di nuovi competitors nel mercato italiano dei JAK, la necessità era quella di potenziare i messaggi di differenziazione di baricitinib e l’esperienza nella Real-Life attraverso la voce di esperti reumatologi. Volevamo quindi sviluppare una soluzione che mettesse facilmente in contatto i professionisti e rendere questa condivisione il più facile e immediata possibile.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Il progetto si rivolge alla comunità di reumatologi italiani.

Potrebbe descriverlo brevemente?
“Real Life Lab” è un innovativo customer journey personalizzato per massimizzare la conoscenza e la diffusione delle esperienze di Real Life con baricitinib e per continuare a difendere gli Hot Spot più importanti dai nuovi competitor entranti nel mercato. Il laboratorio virtuale è un formato innovativo per gli Hot Spot (LAB Streamer) che favorisce l’approfondimento di argomenti rilevanti per l’Artrite Reumatoide e la loro esperienza con JAKi, condividendoli e discutendoli con esperti (LAB Board). I contenuti evidenziati, discussi nel LAB e successivamente registrati vengono trasformati in asset digitali che coprono le reali necessità di approfondire la conoscenza di JAKi sulla base sia della consistente esperienza personale degli Hot Spot che della letteratura aggiornata a supporto della scelta terapeutica.

Che risultati avete o volete raggiungere?
I risultati sono stati di incredibile successo: infatti abbiamo coinvolto oltre 500 reumatologi, che hanno scelto di visualizzare più di 1.100 video, trattenendosi sulla landing page mediamente 13 minuti: oltre il 400% del nostro benchmark. In termini qualitativi, l’80% dei reumatologi coinvolti ha dichiarato di aver acquisito nuove informazioni in termini di Real Life.

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Sicuramente continuare nella direzione intrapresa, ovvero favorire e rafforzare la creazione di una community di reumatologi finalizzata alla condivisione delle esperienze di real life e degli ultimi dati clinici. La possibilità di offrire strumenti digitali in questo caso è importantissima, sia nella fase di creazione della community e di sharing di esperienze, fino allo sviluppo di brevi video-pillole di facile fruizione e da poter vedere on-demand.

Qual è l’aspetto principale del Digital che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
Il digitale oggi, e nei prossimi anni, deve essere quel valore aggiunto che riesce a supportare non solo la comunicazione e l’informazione scientifica, ma anche lo scambio tra medici stessi. Nell’immediato futuro pensiamo che sia di cruciale importanza andare ad intercettare in modo preciso e tailorizzato i bisogni di ogni medico così da poterlo supportare al meglio evitando comunicazioni casuali e non personalizzate.



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Popular Science Italia © 2022