091 – Martini (Eli Lilly): “Sempre più importante migliorare ed evolvere le modalità con cui interagiamo con i vari stakeholders”

The EmPOSSIBLE
Journey

Leonardo Martini
Leonardo Martini

Un progetto multicanale incentrato sull’emicrania e sui trattamenti disponibili per creare awareness tra i professionisti e clinici che se ne occupano. È “The EmPOSSIBLE Journey” realizzato da Eli Lilly Italia. Ne abbiamo parlato con Leonardo Martini, Multichannel Engagement Manager. Parte del team anche Federica Veneziano, Sr. Brand Manager, Luca Giovannini, Associate Director Mktg e Raffaella Bugliazzini, Advocacy, Comm&Lilly Foundation Sr Associate

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
Tutto nasce dalla mission di Lilly nell’offrire nuove soluzioni alle persone che soffrono di emicrania, così da aiutarle a recuperare la propria vita e poterla vivere nella sua pienezza. Far sì quindi che sia veramente possibile combattere questa patologia così comune quanto altamente invalidante. Questo ha portato alla creazione di un programma omnichannel, al fine di coinvolgere la comunità dei neurologi italiani in un percorso di conoscenza focalizzato sulle principali tematiche legate all’emicrania e sulle varie opzioni terapeutiche oggi disponibili. I 3 pilastri portanti della campagna sono stati:

  • Expect More – migliorare le aspettative di trattamento sia per i pazienti con emicrania che per gli operatori sanitari;
  • Get More – dare la possibilità agli operatori sanitari di personalizzare il trattamento fornendo nuove opzioni terapeutiche efficaci ai loro pazienti;
  • Impact More – sensibilizzare gli operatori sanitari riguardo l’impatto reale di questa patologia nella quotidianità dei pazienti.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Il progetto si rivolge a tutta la comunità italiana di neurologi e agli specialisti che trattano la patologia emicranica.

Potrebbe descriverlo brevemente?
“The EmPOSSIBLE Journey” è una campagna omnichannel, nata a fine 2020 e in continua evoluzione, che si articola in un percorso di attività ed eventi a stretto contatto con i clinici, il cui cuore pulsante è un ecosistema digitale con contenuti disponibili in molteplici formati, totalmente dedicati alla patologia e al suo trattamento. Il mantra della campagna è amplificare il messaggio che finalmente esistono nuove opzioni terapeutiche ed è veramente possibile combattere l’emicrania in modo efficace. È stato quindi creato un percorso formativo e informativo affinché tutti i clinici interessati fossero raggiunti sia fisicamente che virtualmente con una serie di eventi e webinar, corsi di aggiornamento professionale, attività congressuali e materiale online consultabile comodamente on-demand in ogni momento della giornata e da qualsiasi dispositivo.

Che risultati avete o volete raggiungere?
Il Journey, le attività e i format, hanno permesso di esplorare e approfondire con i clinici le varie sfaccettature della patologia e dei trattamenti, favorendo un continuo confronto e scambio attivo di informazioni ed esperienze di pratica clinica. L’intera campagna ha inoltre permesso il rafforzamento della partnership con le società scientifiche, allo scopo di elevare l’importanza centrale della qualità di vita dei pazienti. Lo sviluppo di un ecosistema digitale integrato è stato centrale nel successo della campagna e ha favorito notevolmente l’engagement e la fruibilità di contenuti volti ad aumentare l’awareness sulla patologia e sulle nuove opzioni terapeutiche.

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Crediamo che sia necessario migliorare ulteriormente la consapevolezza di medici e pazienti sul fardello della patologia emicranica e sulle opzioni terapeutiche innovative che possono migliorare sensibilmente la qualità della vita del paziente.

Qual è l’aspetto principale del Multi Target & Multichannel che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
Dopo la forte accelerazione digitale durante la pandemia, sarà sempre più importante migliorare ed evolvere le modalità con cui interagiamo con i vari stakeholders, veicolando le informazioni di cui hanno bisogno in modo sempre più personalizzato, attraverso i loro canali preferiti, facendo leva sulla potenza delle nuove tecnologie di elaborazione e analisi dei dati.



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Popular Science Italia © 2022