033 – Zanini (Alfasigma): “Quanto più l’offerta formativa sarà sartoriale, tanto maggiore sarà l’engagement del medico”

#lsea2023

Il valore della
Competenza per
la Medicina Generale

Paolo Zanini

Un percorso di formazione dedicato ai medici di medicina generale per diventare specialisti in medicina del dolore. Realizzato con il contributo non condizionante di Alfasigma, è “Il valore della Competenza per la Medicina Generale” e noi ne abbiamo parlato con Paolo Zanini, Marketing Manager dell’azienda. Parte del team anche Anna Mastropietro, BU Director, Sergio Posante, Sales Manager e Lucia Guerra Medical Advisor

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto e a chi si rivolge?
Il dolore determina un rilevante carico di lavoro nel setting della Medicina Generale essendo uno dei principali motivi di contatto medico-paziente (1 ogni 3 consulti) e produce un impatto significativo sulla salute delle persone, con significative ripercussioni sociali ed economiche (frequenti accessi al Pronto Soccorso, ricoveri ospedalieri, consumo di farmaci). In particolare, il dolore persistente coinvolge circa il 20% della popolazione assistita, ma è stato stimato che solo il 3-4% abbia necessità di una consulenza specialistica. Il progetto, realizzato con la sponsorizzazione non condizionante di Alfasigma, si rivolge quindi al medico di Medicina Generale con un duplice obiettivo:

  • rispondere ad una sua esigenza concreta/attuale di formazione specifica sulla tematica
  • valorizzare le competenze acquisite in diagnosi, terapia e follow-up del paziente con dolore

Potrebbe descriverlo brevemente?
La formazione prevista nel progetto, e patrocinata dalla Società di Medicina Generale (SIMG), è strutturata in 3 fasi:

  1. Formazione a distanza (FAD)
  2. Evento residenziale “masterclass” di alto livello
  3. Il medico, grazie al superamento delle prassi previste dal bando, può autonomamente accedere all’esame per l’acquisizione dell’accreditamento in MMG Esperto in Medicina del dolore. La certificazione delle competenze acquisite viene emessa da SA Certification, ente indipendente accreditato da Accredia e riconosciuto dal ministero della Salute.

Che risultati avete o volete raggiungere?
Oltre alla soddisfazione dei medici coinvolti, siamo fieri di aver supportato un progetto che ha consentito di formare 30 Medici Esperti in Medicina del Dolore, oggi certificati e riconosciuti sul territorio. Questi medici, infatti, potranno essere ancora più protagonisti nel loro territorio, anche nei confronti delle medicine associate, delle AFT, delle UCCP, delle medicine aggregate, svolgendo un’attività che è sintetizzata in quattro azioni:  

  • consulenza verso i loro colleghi riguardo alla materia specifica  
  • facilitazione verso la rete specialistica e di monitoraggio di quello che avviene nella medicina generale  
  • attività di ricerca, per implementare gli strumenti di clinical governance  
  • attività formativa, diventando punti di riferimento per altri colleghi della medicina territoriale

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Purtroppo, la gestione del paziente con dolore rimane una delle sfide più ambiziose e difficili per la Medicina Generale. Pensiamo, per esempio, a quanto una diagnosi errata possa portare da un lato ad una inappropriata prescrizione farmacologica, dall’altra ad una possibile cronicizzazione della malattia. La formazione continua rimane pertanto uno strumento imprescindibile oggi e anche nel prossimo futuro. In parallelo, sarà importante potenziare la collaborazione non solo fra MMG della stessa struttura, ma anche con gli specialisti di riferimento, per favorire una gestione del paziente sempre più di tipo multidisciplinare.

Qual è l’aspetto principale dell’ECM Education Program che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
Quanto più l’offerta formativa, in generale, sarà “sartoriale”, focalizzata e di qualità, tanto maggiore sarà l’engagement del medico. Sarà altrettanto importante pensare ad una formazione sempre più interattiva e professionalizzante, che preveda format innovativi, a discapito di quelli più tradizionali.



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Popular Science Italia © 2023