Home » Ambiente » IgNobel all’Istat, per droga e prostituzione nel Pil

IgNobel all’Istat, per droga e prostituzione nel Pil

a16ce8b549714db9a82dbe92184b7c4e

E’ andato all’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) uno dei due Ig-Nobel vinti dall’Italia, i premi per la scienza ‘folle’ assegnati dalla rivista Annales of Improbable Research. L’Istat è stato premiato per aver compreso la prostituzione nel conteggio del Pil. Il secondo Ig-Nobel assegnato all’Italia è andato all’università di Bari è per aver misurato il potere ‘antidolorifico’ dell’arte.

Pil e prostituzione
Il premio Ig Nobel 2014 per l’Economia è stato assegnato all’Istat “per essersi orgogliosamente assunta il compito – viene spiegato nelle motivazioni della scelta – di adempiere al mandato dell’Unione Europea di aumentare la dimensione ufficiale dell’economia nazionale includendo i ricavi da prostituzione, vendita di droghe illegali, contrabbando, e tutte le altre operazioni finanziarie illecite”.

Arte e dolore
Il premio della sezione arte è stato invece assegnato a Marina de Tommaso, Michele Sardaro e Paolo Livrea per la ricerca sulla percezione del dolore: lo studio ha dimostrato che il dolore causato dalla ‘bruciatura’ di un raggio laser mentre si osserva un bel quadro è inferiore a quello che si prova quando si guarda un’opera brutta.

La cerimonia degli Ig Nobel, che dal 1991 premia quanto di più stravagante venga prodotto in campo scientifico, è avvenuta nella notte scorsa a Boston, nel teatro dell’Università di Harvard. Sono state premiate le ricerche “che fanno inizialmente ridere e poi riflettere” in dieci diversi ambiti della scienza.

Gli altri vincitori
Tra gli altri premiati, il riconoscimento per la fisica è andato a ricercatori giapponesi dell’Università di Kitasato per aver misurato i coefficienti di attrito della buccia di banana con il pavimento e le scarpe di chi ci cammina sopra. Per le neuroscienze il premio è andato allo studio che ha registrato ciò che avviene nel cervello di chi vede l’immagine del volto di Gesù sulla superficie di un toast, coordinato dall’Accademia delle Scienze cinese. Per la biologia il premio è stato assegnato ai ricercatori dell’Università di Praga che hanno verificato la ‘sensibilità geomagnetica’ dei cani che preferiscono urinare allineando il corpo al campo magnetico terrestre.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*