304 – Leonardi (Medtronic): “L’impegno quotidiano volto a migliorare la vita dei pazienti tramite innovazione tecnologica”


U
na nuova generazione di energia a ultrasuoni senza fili per offrire ai chirurghi maggiore libertà di movimento durante le loro procedure e una sala operatoria più sicura. È questo l’obiettivo raggiunto da Medtronic con un dispositivo nato per migliorare la qualità di vita dei pazienti. Ne abbiamo parlato con Livia Leonardi, Product Manager Energy Devices per la divisione Surgical Innovation di Medtronic Italia, “portatrice sana di energia”, come ama definirsi.

Qual è l’impegno della sua azienda in questa area terapeutica?
Medtronic è da lungo tempo pioniere nella creazione di dispositivi medici che sfruttano varie forme di energia per la dissezione e la sintesi dei vasi. Con il completamento della gamma di prodotti per la dissezione a ultrasuoni cordless, Medtronic ha consolidato la sua posizione di fornitore di dispositivi elettrochirurgici. Abbiamo a disposizione la gamma di prodotti elettrochirurgici più ampia e completa che consente di ridurre i costi attraverso la standardizzazione dell’intero sistema.

A chi si rivolge il vostro prodotto?
Il nostro dispositivo si rivolge alle equipe chirurgiche che utilizzano l’energia ad ultrasuoni per la dissezione e la sintesi dei vasi durante le procedure di chirurgia colorettale, toracica, obesità, ginecologia, o del distretto anatomico testa-collo. Ci rivolgiamo anche alle equipe infermieristiche di sala operatoria per l’assemblaggio e la pulizia dello strumento. Un device per tutta la squadra!

Perché ritiene sia innovativo?
Il dispositivo rappresenta la nuova generazione di energia a ultrasuoni senza fili che consente al chirurgo un accesso ai piani tissutali preciso ed una libertà senza eguali. Quando abbiamo inventato il dissettore a ultrasuoni senza fili, volevamo offrire ai chirurghi maggiore libertà di movimento durante le loro procedure e una sala operatoria più sicura. Ora abbiamo portato l’idea a un livello superiore con un sistema di dissezione a ultrasuoni senza fili e con morsa curva, caratteristiche che rendono il dispositivo unico sul mercato, offrendo ai clinici diversi vantaggi. Libertà di movimento: l’unicità cordless dona ai chirurghi una maggiore libertà di movimento durante gli interventi contribuendo a rendere più sicura la sala operatoria; libertà da ridotta visibilità: la morsa curva e affusolata facilita l’accesso ai piani tissutali, permette la visualizzazione delle strutture target e consente una dissezione controllata; libertà da interruzioni: un pacco batterie riutilizzabili garantisce l’88% di autonomia per gli interventi più lunghi; libertà da compiti ulteriori: il nuovo generatore è riutilizzabile e può essere sottoposto al lavaggio automatico in autoclave; libertà da discomfort: il nuovo design dell’impugnatura offre maggiore comfort al chirurgo durante le procedure più lunghe e le quattro lunghezze di stelo soddisfano le diverse esigenze operative (chirurgia open/mininvasiva).

Che risultati avete raggiunto o volete raggiungere?
Ogni paziente per noi è unico, vogliamo supportare le esigenze chirurgiche di un sistema sanitario in continua evoluzione ampliando l’utilizzo della dissezione ad ultrasuoni in chirurgia. Questa è la forza trainante dello sviluppo dei nostri prodotti elettrochirurgici per oltre 50 anni che ci ha portato a promuovere la dissezione ad ultrasuoni per aiutarci a migliorare le cure.

Quali ritiene siano gli unmet needs di questa area terapeutica?
Medtronic ha sempre le orecchie tese verso l’esterno per ascoltare le esigenze degli operatori sanitari e dei pazienti. Abbiamo prodotto il nuovo device partendo dai loro needs. I feedbacks ricevuti sul dispositivo sono molto positivi, il prossimo passo sarà quello di facilitare la creazione di una Surgical Community per condividere esperienze cliniche in merito all’utilizzo dell’energia ad ultrasuoni in chirurgia sostenendo sempre un approccio di cura paziente-centrico.