257 – Pagni (Sanofi Genzyme): “Solo con un reale match tra contenuti disponibili e contenuti ricercati, si avrà il vero progresso”


Un chatbot pensato e creato per pazienti con sclerosi multipla in grado di fornire risposte attendibili partendo da una comunicazione semplice e colloquiale. È
Amica Mya progetto basato sull’intelligenza artificiale realizzato dalla business unit specialty care di Sanofi. A parlarcene è Francesco Pagni, Marketing Manager nella franchise sclerosi multipla di Sanofi Genzyme e responsabile del team di progetto. In questo ruolo, Pagni ha anche coordinato il gruppo di esperti esterni che hanno portato allo sviluppo della piattaforma attraverso la quale è stato anche possibile offrire supporto durante la pandemia da Covid-19 a chi cercasse informazioni affidabili.

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
All’interno del team sclerosi multipla, abbiamo sentito la necessità di mettere a disposizione degli utenti uno strumento digitale che permettesse di accedere rapidamente e in sicurezza alle informazioni di cui hanno bisogno riguardo alla sclerosi multipla.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Amica Mya si rivolge alle persone con sclerosi multipla, ai loro caregiver e a tutti coloro che cercano in rete informazioni su questa patologia. La piattaforma consente di accedere con la massima semplicità alle informazioni ricercate ed è disegnata per essere trasversale a tutte le fasce di età ed esigenze.

Ce lo può descrivere brevemente?
Amica Mya è un sistema di intelligenza artificiale che, tramite l’interfaccia di un chatbot presente nell’homepage del sito web contestoms.it e/o come assistente vocale sugli smart speaker di Google e di Amazon, fornisce risposte alle domande degli utenti in merito alla sclerosi multipla con informazioni sicure e scientificamente valide. Amica Mya supporta la quotidianità della persona con sclerosi multipla, con l’accesso a informazioni su alimentazione ed esercizio fisico oppure su esercizi di rilassamento e mindfulness, oltre a specifiche informazioni come la localizzazione del centro specializzato più vicino alla propria residenza. L’utente può interagire ponendo domande secondo la normale sintassi della lingua parlata, instaurando una vera e propria conversazione con il sistema (come, ad esempio, chiedere ad Amica Mya qual è il centro per la sclerosi multipla più vicino al proprio domicilio). L’interazione attraverso la voce, inoltre, favorisce una maggiore autonomia, andando incontro alle esigenze di chi soffre di limitazioni che non permettono l’utilizzo di una tastiera o un mouse.

Che risultati avete raggiunto o volete raggiungere?
Vogliamo anticipare i tempi partendo dal presupposto che nei prossimi anni il rapporto fra uomo e mondo digitale subirà una costante accelerazione. L’interazione con i device sarà sempre meno legata a una tastiera e a contenuti rigidi a favore di una maggiore “fluidità” e vicinanza con il linguaggio umano, anche grazie allo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale sempre più evoluti e flessibili e a una loro diffusione più capillare nelle nostre case e nei luoghi di lavoro. Nel solo mese di aprile, sono stati 3.400 i nuovi utenti unici che anno interagito con il chatbot di Amica Mya sul sito contestoms.it. Le informazioni più cercate sono state quelle relative alla vita quotidiana e agli esercizi di rilassamento.

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Incrementare la fiducia delle aziende nello sviluppo di queste tecnologie nell’ottica di mettere a disposizione contenuti sempre più mirati e realmente ritagliati sulle richieste ed esigenze dell’utente finale.

Qual è l’aspetto principale del Multitarget & Multichannel che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
Rendere l’accesso alle informazioni ricercate il più facile possibile, garantendo nello stesso tempo sicurezza e affidabilità dei contenuti e focalizzazione degli stessi. Solo creando i presupposti di un reale ed efficace match tra contenuti disponibili e contenuti ricercati, si avrà il vero progresso e la vera utilità degli approcci multichannel e multitarget.