174 – Bortolazzi (AstraZeneca): “Il network tra persone e centri specializzati non può che migliorare la presa in carico del paziente”

Simona Bortolazzi

Costruire una rete di giovani ematologi che si occupano di Leucemia Linfatica Cronica, sostenendo il loro confronto e network, grazie ad una piattaforma digitale dedicata. Stiamo parlando di ToGeTHERE, progetto realizzato da AstraZeneca e che abbiamo approfondito con Simona Bortolazzi, Hematology Therapeutic Area Lead, a capo del team ematologia composto da otto persone che, a distanza di un anno dalla sua nascita, conta già diverse partnership

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
La Leucemia Linfatica Cronica (LLC) è una neoplasia ematologica per la quale la ricerca ha continuato a progredire fornendo soluzioni terapeutiche sempre più efficaci e tollerabili. Il crescente numero di pubblicazioni e di nuovi dati clinici ha portato alla necessità di un confronto tra esperti per discutere tutti i temi legati alla malattia e per arrivare a migliorare sempre di più la gestione del paziente sin dalla sua diagnosi: un’occasione di incontro, strutturato e virtuale, per coloro che nel prossimo futuro guideranno i percorsi di cura nella LLC. TOgeTHERE va a colmare questa esigenza, con il primo strumento dedicato esclusivamente alla LLC in grado di coinvolgere i giovani ematologi e permettere loro di dialogare con clinici più esperti di fama anche internazionale.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Agli ematologi under 45 che si occupano, o hanno interesse ad approfondire, di LLC.

Potrebbe descriverlo brevemente?
Il TOgeTHERE è una piattaforma virtuale definita anche CLL (Chronic Lymphocitic Leukemia) Awareness Lab Academy che è strutturata in:

  • Virtual Room: aule virtuali di approfondimenti scientifici ad hoc;
  • Thematic Tables: tavoli tematici in diretta nei quali i giovani clinici possono incontrarsi e partecipare al videomeeting;
  • Virtual Exchange Opinion: network trasversale aperto ai clinici rising star e al board scientifico, sia in modalità condivisa che personale (con chiave di accesso).

Ogni Virtual Room offre un servizio di approfondimento registrato e sempre disponibile all’interno della piattaforma realizzato attraverso:

  • interviste in modalità singola e doppia
  • slide di approfondimento
  • chat

Le Thematic Tables sono gestite dal board scientifico e consistono in meeting virtuali in cui vengono approfonditi topic particolari attinenti a CLL. Gli incontri sono aperti a non più di 20 giovani ematologi: un numero ristretto che permetterà di costruire un clima di confronto ed interazione adeguata. La possibilità di registrare il meeting garantirà di avere tutti i contenuti sempre a disposizione all’interno della piattaforma.

Che risultati avete o volete raggiungere?
L’obiettivo è costruire una rete di giovani ematologi che si occupano di LLC, sostenendo il loro confronto e network.

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Oltre alla costruzione del network ci sarà bisogno di dare continuità e visibilità al network così costituitosi.

Qual è l’aspetto principale del Marketing che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
La LLC è una patologia in continua evoluzione che necessita di una diagnosi e comunicazione adeguata e di un trattamento farmacologico continuativo appropriato a seconda delle caratteristiche dei pazienti. Il network tra persone e centri specializzati, con la condivisione di best practice e conoscenze, non può che migliorare la presa in carico, a beneficio della qualità di vita del paziente e dei suoi caregiver.