148 – Marchesano (Gedeon Richter): “Le Human Resources dovrebbero cogliere l’opportunità della digital trasformation forzata dalla pandemia”

Lara Marchesano

Agevolare il lavoro di ognuno ed aumentare la condivisione di competenze ed esperienze tra i colleghi rivoluzionando il concetto di intranet aziendale. Partendo da questa idea e per rispondere alla nuove esigenze emerse con la pandemia di Covid-19 è nato “Grace” programma realizzato da Gedeon Richter Italia per i suoi dipendenti. Ne abbiamo parlato con Lara Marchesano, Regulatory & Compliance Officer in Gedeon Richter Italia. Parte del team anche Simona Panzeri Managing Director Assistant, Maurizio Piscitello Informatore Scientifico, Selene Pisati Senior Accountant, Simona Del Gaudio  Regulatory Associate e Roberta Resta Marketing Assistant

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
Il distanziamento sociale imposto dalla situazione pandemica globale ha avuto notevole impatto anche sulla vita lavorativa. “Grace” nasce dall’esigenza di avere uno spazio di condivisione facilmente accessibile che possa accrescere il senso di inclusione ed appartenenza tra i collaboratori. Abbiamo quindi rivoluzionato il concetto tradizionale di intranet aziendale trasformandolo in uno strumento utile, cross-funzionale, smart, con l’obiettivo di facilitare il lavoro quotidiano di ognuno.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Grace è rivolto a tutti i collaboratori di Gedeon Richter Italia ed ascoltando le esigenze espresse dalle diverse figure aziendali, sia di territorio che di sede, abbiamo sviluppato lo strumento in modalità responsive.

Può descriverlo brevemente?
Grace è uno strumento multitasking innovativo. Al suo interno a portata di un click si trova:

  • Il quotidiano di Gedeon Richter dove poter consultare in tempo reale le News dell’azienda o del gruppo(NEWS);
  • Un laboratorio virtuale dedicato alla formazione e alla creatività in cui ogni collaboratore può approfondire e sviluppare nuove competenze (GRACELab);
  • Uno spazio dedicato alla condivisione di abilità ed interessi, per valorizzare i propri talenti e le proprie passioni (TiPS & GRIT COMMUNITY);
  • Un ricco database di documenti utili nel lavoro di ogni giorno;
  • Il social di Gedeon Richter Italia: la bacheca interattiva sviluppata per comunicare in modo immediato, condividendo idee, pensieri ed esperienze (GRacebook).

Che risultati avete o volete raggiungere?
Dal lancio dello strumento abbiamo raccolto dati davvero promettenti, sintomo del fatto che lo strumento risulta essere apprezzato da tutti e soprattutto che sia semplice nel suo utilizzo. L’obiettivo è quello di agevolare il lavoro di ognuno ed aumentare la condivisione di competenze ed esperienze tra i colleghi, arricchendoci sia sul piano personale che professionale. 

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Implementare nuovi strumenti, procedure ed iniziative per agevolare e semplificare la pratica lavorativa lì dove è possibile. Favorire un buon work life balance e rafforzare il sistema meritocratico. 

Qual è l’aspetto principale delle Human Resources che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
Pensando all’Italia, credo che le Human Resources dovrebbero cogliere l’opportunità della digital trasformation forzata dalla pandemia, per implementare un sistema lavorativo incentrato sul raggiungimento degli obiettivi e dei risultati a discapito della quantità di lavoro per incentivare un lavoro efficiente, smart ed un ottimo work life balance. Quest’evoluzione potrebbe essere un grande progresso anche in termini di gender equality.