059 – Garofalo-Iachini (Nestlé): “Creare consapevolezza negli adulti di domani”

In un Paese come l’Italia, in cui una corretta nutrizione ha come alleato la dieta mediterranea, educare e sensibilizzare bambini e adulti sull’importanza di un’alimentazione sana e bilanciata è fondamentale. Partendo da questa consapevolezza nasce il progetto Nutripiatto, parte del progetto internazionale Nestlé for Healthier Kids. Abbiamo chiesto di spiegarci in cosa consiste a Desirée Garofalo, Nestlé Market Nutritionist, e a Moreno Iachini, Nestlé External Communication Specialist alla guida del team Nutripiatto.

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
Nutripiatto rientra nell’ambito del progetto internazionale Nestlé for Healthier Kids che, lanciato nel 2018, ha l’obiettivo di aiutare 50 milioni di bambini a vivere in modo più sano entro il 2030. Con questa iniziativa Nestlé sta accelerando la trasformazione del suo portafoglio globale di prodotti per soddisfare le esigenze nutrizionali dei bambini e, dall’altra parte, si è impegnata a sviluppare in ogni mercato una serie di progetti volti a educare e sensibilizzare comunità, genitori e bambini sull’importanza di un’alimentazione sana e bilanciata. In un Paese come l’Italia, in cui una corretta nutrizione ha come alleato la dieta mediterranea, abbiamo deciso di sviluppare il Nutripiatto.  Partendo da un’idea del mercato spagnolo, per sostenere ulteriormente i principi base di una corretta nutrizione, abbiamo deciso di focalizzarci in particolare sulla corretta porzionatura dei pasti principali, sull’idratazione, sull’attività fisica e su colazione e merenda.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Nutripiatto si rivolge principalmente ai bambini dai 4 ai 12 anni oltre che a pediatri, nutrizionisti, insegnanti e genitori. È un progetto che può dunque creare consapevolezza negli adulti di domani e coinvolgere tutta la famiglia nella preparazione dei pasti. L’inclusione dei più piccoli nella preparazione dei pasti è infatti uno dei messaggi più importanti che vogliamo veicolare attraverso Nutripiatto.

Ce lo potete descrivere brevemente?
Il progetto Nutripiatto – che si avvale del contributo scientifico della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) e dell’Università Campus Bio-Medico di Roma – prevede un kit composto da un piatto “intelligente” e da due guide didattiche che spiegano come utilizzare il Nutripiatto e offrono idee, consigli e ricette per soddisfare i fabbisogni nutrizionali dei bambini, tenendo conto delle differenti fasce di età. Le guide prevedono inoltre capitoli specifici relativi alla corretta idratazione e all’attività fisica da svolgere con gli amici e con i propri animali da compagnia. È anche disponibile la piattaforma www.nutripiatto.nestle.it dove è possibile scaricare gratuitamente le guide, trovare approfondimenti editoriali, video, ricette e dove si può richiedere il kit Nutripiatto.

Che risultati avete raggiunto o volete raggiungere?
Il traguardo al quale Nestlé mira è quello di sensibilizzare ai temi della corretta nutrizione 500.000 bambini entro la fine del 2020: a oggi sono circa 250.000 i bambini raggiunti grazie agli eventi organizzati sul territorio e alle richieste spontanee da parte di famiglie, di pediatri, nutrizionisti e medici, di scuole e enti locali. Le attività di comunicazione sono coordinate dall’agenzia Edelman Italia.

Cosa pensate ci sia ancora da fare in questo ambito?
In un periodo in cui le informazioni circa la corretta nutrizione sono spesso discordanti e provenienti da fonti anche molto diverse tra loro, è necessario continuare a fornire a genitori e formatori linee guida e strumenti di supporto semplici, avallati dai professionisti della nutrizione pediatrica.

Qual è l’aspetto principale del Consumer Health che sarà più importante secondo voi nei prossimi anni?
Per quanto riguarda i temi toccati da Nutripiatto, ci stiamo focalizzando su argomenti su cui è ancora importante portare consapevolezza, come ad esempio l’importanza di una colazione bilanciata e completa, a cui sia dedicato il giusto tempo e che preveda la presenza di tutti i nutrienti fondamentali per il raggiungimento del fabbisogno giornaliero.