058 – Sama (Medtronic): “Vogliamo continuare ad offrire ai nostri talenti percorsi di sviluppo eccellenti su argomenti di frontiera”

Alessandra Maria Sama

Un percorso formativo di eccellenza destinato ad un massimo di 20 talenti per ciclo di studi che approfondiranno varie tematiche con l’obiettivo di accrescere le propri competenze. È Make (Medtronic Master Advanced Knowledge Experience) realizzato da Medtronic appunto. Ne abbiamo parlato con Alessandra Maria Sama, HR Director Italy & HR Cardiovascular Commercial Partnership Western Europe che, insieme ad altri colleghi ha dato vita al Master Make, la cui responsabilità è in capo a Monica Raciti, Business Advisor Projects Lead.

Come è nata l’idea di realizzare questo progetto?
L’idea è nata nel 2018 dalla volontà di Medtronic di rafforzare concretamente l’impegno aziendale nello sviluppo e nella formazione dei leader di domani, perché possano essere in grado di affrontare e guidare i principali mutamenti che caratterizzeranno il Servizio Sanitario in Italia. Con “Make” (Medtronic Master Advanced Knowledge Experience) Medtronic intende promuovere l’acquisizione, lo sviluppo e il consolidamento di competenze innovative nelle principali discipline di interesse per l’organizzazione, coerentemente con la roadmap strategica e con il mandato di azienda di essere leader nella creazione di valore e di innovazione.

A chi si rivolge il vostro progetto?
Make è un percorso formativo di eccellenza unico nel suo genere, destinato ad un massimo di 20 talenti per ciclo di studi. I partecipanti vengono identificati dalla funzione HR in collaborazione con i diversi leader di business e di funzione, sulla base di specifici criteri come seniority aziendale, dati di performance e potenziale, conoscenza dell’inglese, ruolo e mindset.

Potrebbe descriverlo brevemente?
Gli ambiti di approfondimento sono otto (marketing, procurement, value access, finance & economics, data analytics & digital transformation, customer experience, stakeholder relationship management, robotics) e sono trattati da una faculty d’eccellenza, composta da docenti e testimonial sia interni che esterni a Medtronic, anche internazionali. Il percorso dura 10 mesi durante i quali sono previsti giornate d’aula, approfondimenti anche in modalità e-learning, momenti di studio individuale, study trip all’estero e un Hackathon finale.

Che risultati avete o volete raggiungere?
Il Make ha dato prova di essere un valido acceleratore dello sviluppo dei nostri talenti, tant’è che dalle due ultime edizioni più del 50% dei partecipanti è stato promosso in un ruolo di maggiore responsabilità. Il Master Make è stato il terreno su cui Medtronic ha costruito una collaborazione con le università di Milano, Napoli e con il distretto biomedicale di Mirandola (in provincia di Modena e Reggio-Emilia) per favorire la connessione tra mondo privato e accademico e per agevolare la contaminazione di competenze a livello nazionale. In linea con il nostro forte senso di responsabilità sociale, altri due Master Make sono stati lanciati in queste zone proprio per mettere a disposizione le nostre conoscenze ed esperienze con l’obiettivo di far crescere il sistema paese sugli aspetti sanitari.

Cosa pensa ci sia ancora da fare in questo ambito?
Vogliamo continuare ad offrire ai nostri talenti percorsi di sviluppo eccellenti su argomenti di frontiera approfonditi da una prospettiva innovativa e vogliamo continuare ad investire nel sistema paese favorendo un modello di connessione virtuosa tra tutti gli attori – pubblici e privati – e tra le diverse discipline chiamate a costruire valore esponenziale attraverso un’azione sinergica e integrata.

Qual è l’aspetto principale delle Human Resources che sarà più importante secondo lei nei prossimi anni?
Credo che le sfide che l’HR dovrà cogliere e saper guidare saranno tante: dalla Digital Transformation, alla creazione di una nuova employee experience “phygital”, dall’employee engagement ancora più importante in un contesto dove si lavorerà molto di più da remoto, al wellbeing, allo sviluppo di modelli di leadership basati sulla resilienza, la gestione delle emozioni e l’ispirazione.